CIRCOLO LEPINI LEGAMBIENTE
Home
contatti
comunicati stampa
I Monti Lepini
Parco Naturale Regionale dei Lepini 2014
Parco Naturale Regionale dei Lepini 2006
Osservazioni al PUCG del Comune di Sezze
Archivio attività svolte
valoizzare i beni culturali di Sezze
Convegno "La chiesa e il convento di S. Bartolomeo di Sezze"
Indice articoli recenti
 
 

 

"Si al Parco dei Lepini"
Riparte il Parco dei Lepini con il convegno organizzato da Legambiente
Sezze 21 novembre 2014

Cartografia Parco dei Lepini (pdf)

Nota: la cartografia del Parco dei Lepini in questo link fa riferimento alla proposta di legge del 2006 perché l'attuale cartografia non è scaricabile dal sito della Regione Lazio. Secondo indicazioni verbali e dal confronto fra le tabelle delle due diverse proposte 2006 e 2014, relative alle aree del parco per comune e provincia dovrebbero essere le medesime.

21 novembre 2014 si è tenuto a Sezze presso l'aula multifunzionale Le Colonne di Tito il convegno "Si al Parco dei Lepini" organizzato dal Circolo Lepini Legambiente, Legambiente regionale Lazio, Legambiente Nazionale.
Hanno partecipato ai lavori i consiglieri regionali Rosa Giancola, Cristiana Avenali, il responsabile per le aree protette di Legambiente Antonio Nicoletti, Roberto Scacchi presidente Legambiente Lazio, Maurizio Gubbiotti di Federparchi, Silvio Campoli CGIL regionale Lazio e l'ass. all'ambiente del comune di Sezze P. Bernabei.

Nuovo ed ennesimo appuntamento nella decennale storia del Parco Regionale dei Monti Lepini della cui istituzione ne sono stati scritti fiumi di inchiostro.
È dalla nascita del Circolo Lepini di Legambiente che la realizzazione del Parco rappresenta l’obiettivo principale e tutte le numerose iniziative realizzate in questi anni sono state finalizzate a tale scopo.

PERCHE’ IL PARCO:
E' bene precisare che ormai siamo giunti quasi ad uno stato di necessità per il comprensorio lepino che vive una assenza di prospettiva e rischia di diventare un'area sempre più marginale rispetto alle tendenze di sviluppo economico presenti nella regione e più in generale nel Paese.
il Parco è fonte di nuovo e duraturo sviluppo e rappresenta una opportunità.
l’idea del Parco, è l’unica che può riuscire a creare finalmente quel sistema che faccia dei Lepini un’area interessante per chi ama la natura, le tradizioni, l’artigianato, l’agricoltura di qualità, la cucina tipica, che costituiscono i nostri “tesori” e che possono , se proposti in maniera uniforme, organizzata, gestita, essere fonte di ricchezza e possono essere oggetto di offerta territoriale non solo a livello nazionale.
PERCHE’ ORA
Il nuovo quadro politico regionale, recenti pronunciamenti di enti locali e comunità montane, la ripresa del dibattito, l’accresciuto interesse e l’accresciuta sensibilità verso le problematiche ambientali, fanno ritenere che il momento è propizio per portare finalmente a compimento l’iter per la  realizzazione del Parco. Cerchiamo di evitare gli errori e,  la mancanza di lungimiranza politica, dei precedenti governi regionali.

Esiste una proposta di Legge istitutiva del Parco presentata dai Consiglieri Moscardelli, Di Resta e Fontana che, nel 2006, rappresentò il punto di mediazione sul territorio anche con le associazioni venatorie.
Quindi esiste una base di partenza per una proposta di legge discussa e condivisa e che, in tempi brevi, approdi in Giunta Regionale e in Consiglio per l’approvazione definitiva.
La grande novità di questa fase consiste nell’inserimento, in maniera esplicita, nel programma elettorale del Presidente Zingaretti, della realizzazione del Parco dei Monti Lepini.  
Dal programma elettorale di Zingaretti pag. 93

[...] Ci impegneremo per l’istituzione del Parco fluviale del Tevere e dell’Aniene, coinvolgendo
gli Enti regionali e provinciali interessati e l’Autorità di bacino, nonché valorizzando
il contributo di conoscenza e di progettualità sul tema sedimentato nelle
esperienze associative.
In chiave turistica e culturale, il fiume deve divenire uno strumento di connessione tra
province, un’arteria del “turismo lento”, ecologico, con un sistema di trasporto intermodale
che preveda tratti di navigazione, tratti ciclabili, tratti per il trekking. La forza attrattiva
del Parco potrà avvantaggiarsi della sua qualità ecologica - da proteggere e sviluppare,
anzitutto sotto l’aspetto della depurazione delle acque - della presenza di borghi e eccellenze
artigianali, della straordinaria ricchezza delle produzioni agro-alimentari (per promuovere
i quali sarà valutata l’istituzione di un marchio “Valle del Tevere e dell’Aniene”).
Allo stesso modo intendiamo verificare, insieme alle comunità e alle autonomie locali,
la fattibilità del progetto istitutivo del Parco regionale dei Monti Lepini nelle province
di Roma, Frosinone e Latina.
Vogliamo difendere l'ambiente per valorizzare territori, culture e popolazioni, ricostruire
il patrimonio faunistico nel segno della tutela della biodiversità e promuovere il
presidio e il lavoro delle imprese agricole di qualità e multifunzionali saranno le coordinate
di riferimento e dell’azione della nuova giunta regionale. Lo faremo pensando
ad pratica venatoria sostenibile e responsabile [...]

All’incontro, a cui sono stati invitati tutti i partiti presenti in consiglio regionale, hanno partecipato le consigliere Cristiana Avenali e Rosa Giancola, il coordinatore regionale della Federparchi Maurizio Gubbiotti, il rappresentante della CGIL regionale Silvio Campoli, i rappresentanti dei Comuni di Maenza, Roccagorga e Sezze oltre che diversi rappresentanti di altre associazioni ambientali e culturali.
In particolare l’Assessore Pietro Bernabei ha esplicitamente dichiarato il pieno consenso dell’amministrazione comunale setina alla realizzazione del Parco.
La presenza dei massimi esponenti nazionali e regionali di Legambiente conferma l’interesse ed il pieno impegno dell’associazione ambientalista.
Si apre ora una fase di confronto con la Regione Lazio e contestualmente nel territorio lepino con iniziative diffuse nei vari centri per raggiungere in tempi brevi alla realizzazione del Parco Regionale.

In questa sezione sono stati inseriti tutti gli interventi che ci sono stati all'interno del convegno "Si al Parco dei Lepini" in maniera singola per una migliore fruizione degli stessi.
Il DVD completo può essere richiesto contattando il Circolo Lepini Legambiente all'indirzzo parcolepini@gmail.com

Gustavo Giorgi presidente Circolo Lepini Legambiente parte 1
 
Gustavo Giorgi presidente Circolo Lepini Legambiente parte 2
 
Rosa Giancola consigliere regionale Lazio
 
Cristiana Avenali consigliere regionale Lazio( parte 1)
 
Cristiana Avenali consigliere regionale Lazio( parte 2)
Antonio Nicoletti responsabile aree protette Legambiente
 
Maurizio Gubbiotti Federparchi (parte 1)
 
Maurizio Gubbiotti Federparchi (parte 2)
 
Olga Kozorova presidente Cicolo Monti Lepini Sgurgola
 
Virgilio Campoli - CGIL Regionale Lazio
 
Fabrizio Paladinelli - Circolo Lepini Legambiente
 
Pietro Bernabei Ass. ambiente Comune di Sezze
 
Gustavo Giorgi
Roberto Scacchi presidente Legambiente Lazio